F4U-1D Corsair 1/48 Tamiya

Moderatore: Madd 22

Avatar utente
Jacopo
L'eletto
L'eletto
Messaggi: 16546
Iscritto il: 4 gennaio 2012, 19:54
Che Genere di Modellista?: Modellista generico con la passione del 48, raramente lavoro in 72 per il resto apprezzo tutti gli aerei dal '39 in poi!
Aerografo: si
colori preferiti: troppi...
scratch builder: no
Club/Associazione: ACM. Modeling Time
Nome: Jacopo Ferrari
Località: Fidenza

F4U-1D Corsair 1/48 Tamiya

Messaggio da Jacopo »

Durante la Seconda Guerra mondiale la Marina Americana cercava Un aereo in grado di contrastare gli Zero, e le minacce giapponesi. Una prima risposta fu data dalla Grumman con il possente Hellcat!, entrato in servizio nel 1943 durante la campagna di bonifica delle isole Marcus. l'Hellcat era un ottimo caccia, rousto affidabile ma peccava un po in agilità e velocità.

la risposta definitiva arrivò dalla Chance Vought che dal 1938 lavorava per rispondere alle richieste della Navy per un caccia moderno imbarcato.
Nel 1940 il primo prototipo prese il volo. Nel 1941 il Corsair superò i test e venne ordinato per la produzione.

Solo nel 1942 i primissimi Corsari vennero impegnati nei reparti(non al fronte) e la prima portaerei incaricata del trasporto dei suddetti era la Saratoga.
Nel 1942 già 178 Corsair erano già pronti per l'Us Navy ma aspettò fino al 1944 per metterli in servizio sulle portaerei.
Il Corsaro quindi entrò in servizio subito con i Marines nel 1943, e la prima missione fu proprio a Guadalcanal il 13 febbraio.
Rispetto al già arcinoto Hellcat il Corsaro era molto più veloce e agile. Oltre a essere un ottimo caccia, aveva un carico alare maggiore dell'Hellcat, deli Zero e dei Wildcat concedendogli un ottima capacità Aria-terra, superata solo dai Jug (P-47).

Il Corsaro in totale abbattè 2130 aerei nemici contro la perdita di 189 , un rapporto di 11,26. di Corsari persi per colpa dell'antiaerea se ne contano 349, quelli persi per incidenti, malfuzionamenti erano 692 (nota mia, il Corsaro era un temibile combattente, se atterrava hehehehe!)infine quelli persi nelle navi e a terra sono circa 164 .
I Piloti ricevevano spesso una raccomandazione: mai e poi mai portare a cadere in vite il Corsair.
QUesta raccomanazione venne ignorata da un Pilota nel dopoguerra, per un guasto decise di lanciarsi, portò il corsaro in vite e si lanciò, ma l'F4u anzicè continuare la vite si rimise in volo autonomamente e continuò proseguendo verso una base, dove cadde esplodendo causando fortunatamente solo dei danni materiali e qualche ferita superficiale. l'ultima azione di guerra dei Corsari americani è stata nella guerra di Corea, verrà radiato completamente dal servizio nel 1965.


Dal punto di vista Tecnico il Corsair è estremamente famoso per le sue ali a Gabbiano create appositamente per avere sia un carrello più corto e robusto sia per alloggiare al meglio l'enorme motore Pratt & Whitney R-2800 Double Wasp (forse il miglior motore a pistoni di tutto il conflitto, considerate che quello del Corsaro era sia turbocompresso che sovvralimentato) oltre a questo il Corsaro presenta una grande blindatura sia frontalmente (per via di un serbatoio), sia nelle ali e infine dietro al pilota. Il Caccia era interamente in alluminio ad eccezione di una parte delle ali che era in tela, e delle superfici di controllo.



Il Corsair ha dato prova delle sue abilità in combattimento tantissime volte, dando la possibilità a tantissimi piloti americani di diventare assi, il più famoso di tutti è Papy Boyington (non spendo altre parole su di lui) altri piloti un po più eccentrici come R.R. Klingman del VMF-312(Checkerboards) abbattè un Ki-45 Nick sopra Okinawa in uno scontro aereo che ha dell'incredibile, era mattina presto e il suo COrsaro pattugliava ad alta quota l'isola Giapponese quando poco più avanti intravise la sagoma del bimotore giapponese, si avvicinò a lui e una volta nel mirino sparò ma non successe nulla, le mitragliatrici si erano inceppate causa delle bassissime temperature che congelarono il liquido lubrificante, quindi decise di dare massima potenza al suo motore e decise di usare la grande elica metiallica per talgiare la coda al Ki-45. Il Corsaro risentì particolarmente il colpo perdendo circa 127mm del diametro dell'elica, ma nonostante tutto il pilota riuscì ad appontare. Verrà poi premiato con la Navy Cross.

Passiamo al mio modello, non sapendo quale corsaro riprodurre decisi di fare uno delgi ultimi COrsari pilotati dal celebre asso americano Phillip DeLong il quale abbattè 11,166 Caccia giapponesi diventanto il massimo asso del VMF-212 con 69 missioni alle spalle. Combattè pure in Corea abbattendo con il Corsair 2 caccia nord Coreani. Divenne il 13° (in base agli abbattimenti)asso dei marines.
Purtroppo morì nel 2006..



Passiamo al kit:
Poco da dire in effetti è un Kit splendido, davvero meraviglioso, unico appunto è la mancanza delle cinture di sicurezza per il resto si monta in facilità e in quasi assenza di stucco, insomma un vero Tamya.....
Questo è il primo degli aerei previsti dal Proetto Summer 2013


direi che mi sono dilungato fin troppo ecco le foto!!!! e poteva mancare il nostro Eore??? il pilota sbalordito?? ovvio che no!!


Prima di ogni cosa il riposizionamento in vetrina!
Immagine

Poi vediamo le foto con la basetta originariamente creata per il P-61!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Infine con una basetta provvisoria in attesa della vera!
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


Infine come sempre un po di foto di famiglia, questa è forse la mia preferita perchè mostra le mie prime tre eliche colorate ad aerografo, Il primo è stato il P-61, il 2° l'He-219 e infine il Corsaro
Immagine

e un paio di foto con dei "colleghi"
Immagine
DSCF4026 di lysander90, su Flickr




Spero che vi paiccia ragazzi e sotto con i commenti,
Avatar utente
comanche
Highlander User
Highlander User
Messaggi: 2402
Iscritto il: 17 febbraio 2013, 17:05
Che Genere di Modellista?: Modellista aeronautico alle prime armi, i miei soggetti sono soprattutto i jet in scala 1/48.
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya, Gunze, Italeri
scratch builder: no
Club/Associazione: A.C.M.M.T.
Nome: Alessandro
Località: Verona

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da comanche »

Non vedevo l'ora che fosse finito! :-SBAV Sei migliorato e si vede! :-oook A quanto pare la tecnica del sale è stata un successo.
dakota
Knight User
Knight User
Messaggi: 941
Iscritto il: 30 maggio 2013, 10:18
Che Genere di Modellista?: Modellista Generico
Aerografo: si
scratch builder: si
Nome: Francesco

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da dakota »

:-oook
Immagine
Enrywar67

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da Enrywar67 »

ti meriti un bel...BRAVO!!!!!Un bel modello....cockpit bellissimo,attenzione alle impronte digitali:sul lucido usare sempre i guanti in lattice......non vedo le luci di posizione e quelle di formazione oltre al filo dell'antenna......Ciao e complimenti,Enrico. :-oook
Avatar utente
davmarx
Ancient User
Ancient User
Messaggi: 6383
Iscritto il: 4 gennaio 2013, 22:42
Che Genere di Modellista?: AEROPLANARO con rarissime escursioni carriste, navali e motociclistiche
Aerografo: si
colori preferiti: Lifecolor
scratch builder: no
Nome: Davide
Località: Busto A.

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da davmarx »

Finalmente le foto... :-D
Bello Jacopo, ottimo inizio per il tuo progettone, mi piacciono molto anche le scrostature leggere e per nulla invasive. :-oook
Se proprio devo trovare un punto che non mi piace, è la mascheratura del tettuccio, diciamo che è migliorabile...
...e la terribile ditata appena dietro la naca... farebbe la felicità dei vari C.S.I. :-D :-D :-D
Dimenticavo, le cinture di sicurezza sono da sbavo :-SBAV
Ciao.
Immagine
Immagine Immagine
Immagine
Auro92

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da Auro92 »

Il modello mi piace, contenuto nell'invecchiamento, forse avrei scrostato maggiormente la parte in cui si muovono i flap e ovviamente massacrato la mimetica (che preferisco 3 toni) ma questo non mi dispiace cmq, BRAVO ;)
Avatar utente
Ale85
User who feel the Force
User who feel the Force
Messaggi: 3710
Iscritto il: 22 febbraio 2008, 10:57
Che Genere di Modellista?: Aeroplanaro con divagazioni automobilisitiche.
Aerografo: si
colori preferiti: acrilici Gunze
scratch builder: si
Club/Associazione: Lupo Solitario
Nome: Alessandro Gennari
Località: Milano, la bella Dama grigia!
Contatta:

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da Ale85 »

Innanzitutto vedo che hai deciso di lasciare aperto il tettuccio!!! A che dobbiamo questa novità?? :-prrrr :-prrrr
Scherzi a parte, mi piace molto ma... rallenta un attimo nella tua produzione!!! Fai degli ottimi lavori, se ti concentrassi di più sul singolo soggetto anziché farne mille alla volta, potresti migliorare ancora di più!!
ciao
Ale
Avatar utente
microciccio
L'eletto
L'eletto
Messaggi: 25118
Iscritto il: 3 gennaio 2010, 16:32
Che Genere di Modellista?: Aeroplanaro onnivoro; principalmente settantaduista.
Aerografo: si
colori preferiti: Colori? Non basta la colla?
scratch builder: si
Club/Associazione: IPMS
Nome: Paolo
Località: Bergamo

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da microciccio »

Ciao Jac,

davvero un bel lavoro, complimenti. Credo il tuo migliore sinora su MT.

Sai già che le intro mi piacciono quindi hai la mia approvazione, solo scrivile con calma!
Jacopo ha scritto:... sia turbocompresso che sovvralimentato...
Il turbocompressore è una delle possibili forme di sovralimentazione per un motore. Secondo me intendevi dire qualcosa di differente. Cosa?

microciccio
Ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare...E tutti quei momenti andranno perduti come lacrime nella pioggia...

ImmagineImmagine Immagine
Immagine

Nota: i siti linkati nei miei post hanno il solo scopo di mostrare i prodotti di cui si discute e non vogliono in alcun modo essere sollecitazioni all'acquisto.
Avatar utente
Kit
Powerful User
Powerful User
Messaggi: 3377
Iscritto il: 17 luglio 2009, 23:17
Che Genere di Modellista?: 360° ma mi manca il tempo.
Aerografo: si
colori preferiti: Acrilici
scratch builder: si
Club/Associazione: Nada...;)
Nome: Andrea
Località: Prato (Toscana)
Contatta:

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da Kit »

Il canopy aperto.............mmmmmmhhh, sarà che stai cambiando ?!!

Il corsaro lo preferisco a tre toni, ma anche in questa veste mantiene quell'aspetto "esotico" tipico di questo soggetto. Un bel lavoro......... una variazione cromatica della mimetica nei chiaro/scuri, avrebbe dato una profondità maggiore, ma nel complesso piace :-oook .


Ciao!
Avatar utente
Jacopo
L'eletto
L'eletto
Messaggi: 16546
Iscritto il: 4 gennaio 2012, 19:54
Che Genere di Modellista?: Modellista generico con la passione del 48, raramente lavoro in 72 per il resto apprezzo tutti gli aerei dal '39 in poi!
Aerografo: si
colori preferiti: troppi...
scratch builder: no
Club/Associazione: ACM. Modeling Time
Nome: Jacopo Ferrari
Località: Fidenza

Re: F4U-1D Corsair 1/48 tamya

Messaggio da Jacopo »

comanche ha scritto:Non vedevo l'ora che fosse finito! Sei migliorato e si vede! A quanto pare la tecnica del sale è stata un successo.
Felice che ti piaccia! grazie!!!
dakota ha scritto: :-oook
Grazie mille!!
Enrywar67 ha scritto:ti meriti un bel...BRAVO!!!!!Un bel modello....cockpit bellissimo,attenzione alle impronte digitali:sul lucido usare sempre i guanti in lattice......non vedo le luci di posizione e quelle di formazione oltre al filo dell'antenna......Ciao e complimenti,Enrico.
Grazie Erry per le impronte le ho viste solo in foto cavolo, li ho tolti per 2 minuti e mi hanno fregato!! :-disperat per le luci le faccio a breve! grazie ancora!!!

davmarx ha scritto:Finalmente le foto...
Bello Jacopo, ottimo inizio per il tuo progettone, mi piacciono molto anche le scrostature leggere e per nulla invasive.
Se proprio devo trovare un punto che non mi piace, è la mascheratura del tettuccio, diciamo che è migliorabile...
...e la terribile ditata appena dietro la naca... farebbe la felicità dei vari C.S.I.
Dimenticavo, le cinture di sicurezza sono da sbavo
Ciao.
Ciao Davide grazie mille per il commento per il tettuccio l'ho sistemato ma ho cercato di scrostare un po pure quello, prosima volta vedo di evitare hehe!

Auro92 ha scritto:Il modello mi piace, contenuto nell'invecchiamento, forse avrei scrostato maggiormente la parte in cui si muovono i flap e ovviamente massacrato la mimetica (che preferisco 3 toni) ma questo non mi dispiace cmq, BRAVO
Grazie mille Auro!!! e sono curioso di vedere il tuo corsaro^^
Ale85 ha scritto:Innanzitutto vedo che hai deciso di lasciare aperto il tettuccio!!! A che dobbiamo questa novità??
Scherzi a parte, mi piace molto ma... rallenta un attimo nella tua produzione!!! Fai degli ottimi lavori, se ti concentrassi di più sul singolo soggetto anziché farne mille alla volta, potresti migliorare ancora di più!!
ciao
Ale
A dirla tutta Ale i tettuccio a scorrrimento li lascio sempre "scollati" infatti se noti è solo appoggiato per tenerlo sia chiuso che aperto, nn mi piacciano quelli si aprono verso l'alto XD anche se il 15E e il 24 li ho fatti aperti^^ per il resto mi trovo meglio ad avere più cose sul banco così posso concentrarmi una su una! vedrò di perdere questo vizio!

microciccio ha scritto:Ciao Jac,
davvero un bel lavoro, complimenti. Credo il tuo migliore sinora su MT.
Sai già che le intro mi piacciono quindi hai la mia approvazione, solo scrivile con calma!
Jacopo ha scritto:... sia turbocompresso che sovvralimentato...
Il turbocompressore è una delle possibili forme di sovralimentazione per un motore. Secondo me intendevi dire qualcosa di differente. Cosa?
microciccio
Ciao Paolo felice che ti piaccia!! per il motore intendevo che sono sia turbocompressi che danno potenza extra sempre, mentre per un breve periodo potevano iniettare del liquido speciale nei cilindri per dare potenza extra! e forse mi sono spiegato male!

Kit ha scritto:Il canopy aperto.............mmmmmmhhh, sarà che stai cambiando ?!!
Il corsaro lo preferisco a tre toni, ma anche in questa veste mantiene quell'aspetto "esotico" tipico di questo soggetto. Un bel lavoro......... una variazione cromatica della mimetica nei chiaro/scuri, avrebbe dato una profondità maggiore, ma nel complesso piace .
Ciao!
Ciao Andrè ma non è il mio primo canopy aperto, se guardate le foto vcee ne accorgete heheh! e poi non è aperto non è incollato XD per la variazione hai ragione prossima volta ci riprovo! a sto giro non mi riusciva :-disperat .
Per ilcorsaro a tre toni è senza dubbio bellissimo ma è troppo fatto per quello mi sono buttato sul monocromatico!! grazie ancora Andrè!
Rispondi

Torna a “Eliche”