La reincisione delle pannellature.

6
987

DSC_1363 OK

Quella che cercherò di descrivere nelle prossime righe, è senza dubbio una delle lavorazioni più stancanti e tediose con cui un modellista si deve confrontare: la re incisione delle pannellature. Fortunatamente la maggior parte delle moderne scatole di montaggio vantano un dettaglio di superficie inciso in un fine negativo, per cui l’operazione di re incisione di un modello spesso riguarda il recupero di vecchi kit. Gli strumenti fondamentali in questa fase sono i seguenti:

Scriber: lo scriber è l’incisore con cui è possibile tracciare le linee delle pannellature sulla plastica. Può essere acquistato ad hoc nei negozi specializzati, altrimenti può essere costituito dalla punta di un compasso ben affilata o da uno spillo da sarta opportunamente fissato sul supporto di un taglierino da modellista (del tipo X-Acto per capirci). Esistono in commercio anche degli scriber derivati dagli strumenti ad uso dentistico, tipici sono quelli prodotti dalla milanese Amati.

DSC_1360 OK

 

DSC_1367 OK

Dime Verlinden: le dime prodotte dall’americana Verlinden sono disponibili sia per la scala 1/72 che 1/48, e sono utilizzate come “linee guida” adattabili alla superficie del modello. Questo specifico prodotto riporta le forme delle principali pannellature presenti sui velivoli dalla Seconda Guerra Mondiale ad oggi.

DSC_1356 OK

Righello e nastro Dymo: per tracciare solchi su superfici piane si potrà utilizzare un comune righello o una squadretta, mentre per le superfici curve ci si potrà avvalere dell’ausilio d’un pezzo di nastro Dymo (quello utilizzato dalle etichettatrici) che ha il doppio vantaggio di essere adesivo e di adattarsi bene alla curve di una fusoliera, ad esempio. In alternativa, dovendo re incidere una zona particolarmente tondeggiante, si potranno sagomare due o tre strati di scotch posti uno sopra all’altro e incollati sul modello (la foto vi può aiutare nella comprensione). Ovviamente in questa fase si dovrà porre una maggiore attenzione durante l’incisione.

 

DSC_1361 OK

DSC_1359 OK

Detto questo, passo ora a descrivere le operazioni necessarie per ottenere una buona re incisione:

Per prima cosa ricordo che è sempre meglio operare su parti non assemblate, e che prima di iniziare è importante documentarsi con foto e disegni; Spesso, infatti, le case produttrici “dotano” il modello di panelli assolutamente inesistenti sul velivolo reale, mentre ne tralascia altri che risultano anche ben visibili. Di fondamentale importanza è la saldezza con cui tutte le dime, proprie od improprie, aderiscono alla superficie per questo è bene fissarle ogni volta con nastro adesivo e controllarne l’effettivo allineamento. Prima di procedere all’incisione si dovranno appianare le linee esistenti con della carta abrasiva e in seguito disegnare quelle definitive con una matita grassa. Con una leggera pressione sullo scriber si traccerà la pannellatura in negativo, magari tenendo a mente quante “passate” sono state ripetute per avere a fine lavorazione la stessa profondità dei solchi su tutto il modello. I residui di plastica che si formano all’esterno del solco possono essere eliminati con della carta vetrata fine grana 400 cui succederà una lucidata con pasta abrasiva per ridare lucentezza alla plastica e definire ulteriormente le incisioni. Per rimediare agli onnipresenti errori è possibile utilizzare il comune ciano acrilico (Attack) come riempitivo per le incisioni “impreviste”. Una volta essiccata la colla avrà la medesima consistenza della plastica, quindi dopo averla carteggiata non si noterà la differenza. Buon Modellismo a tutti! Starfighter84.

DSC_1355 OK

 

DSC_1357 OK

DSC_1358 OK

6 COMMENTI

  1. La reincisione delle pannellature.

    Se avete bisogno di una guida per imparare a reincidele le pannellature dei vostri aerei, non dovete fare altro che andare su modelingtime.com e iniziare a prendere appunti!

  2. Per conto mio val la pena passare inizialmente con un pennello la gomma siliconica sul modello, in fondo la presenza di bolle nello stampo non è molto importantr, a patto che queste non sian a diretto contatto col modello.

  3. Violator83, grazie per il commento prima di tutto… però penso che tu abbia sbagliato articolo! forse volevi lasciare un commento al post sulla riproduzione di miniature con stampi di gomma e resina…quindi non inerente con questo articolo di tecnica sulla re incisione delle pannellature. Ciao!

  4. A volte , le linee reincise anche dopo la carteggiatura presentano alcune bave , in questi casi risolvo passando una leggera pennellata di colla tamiya “tappo verde” e si puliscono che è una meraviglia…

  5. Grazie mille per il consiglio!come affermo sempre, non si finisce mai di imparare… ed è proprio questo che anima Modeling Time. Continuate a leggerci e a visitarci…sono queste le nostre soddisfazioni. Ciao alla prossima! Starfighter84.

  6. […] La costruzione stavolta non è partita dal solito cockpit ma dalla reincisione del modello fatta con il mio incisore artigianale, dato che con quelli buoni non mi trovo bene, naturalmente la colpa è mia non degli ottimi attrezzi che si trovano in commercio. Per dare la giusta direzione alle nuove pannellature ho usato il nastro Dymo ormai indispensabile per queste operazioni. Per uleriori informazioni su questa tecnica, cliccate QUI. […]

Comments are closed.