Aftermarket Review: MiG-21 Lancer Conversion Set by LCaerodesign in scala 1/48.

0
1204

“…un 21 è per sempre…” così deve aver pensato un giorno un modellista romeno, ex pilota di Lancer e attuale pilota addestratore…

Ed è proprio così che, dall’unione della passione per il modellismo e quella per la “macchina”, è nata l’idea di creare la conversione oggetto di quest’articolo.

 Un po’ di storia:

Nei primi anni ’90, dopo lo scioglimento del Patto di Varsavia, la Fortele Aeriene Romane si è ritrovata a far fronte alla mancanza di sovvenzioni economiche che, unita al continuo sviluppo delle aviazioni occidentali, ha costretto i vertici a dover scegliere tra l’acquisto di un nuovo caccia o l’aggiornamento e lo sviluppo dei mezzi già in uso a quel tempo.

Non potendo affrontare il grande sforzo necessario per l’eventuale upgrade dei Mig-29 la scelta è ricaduta sul progetto “Lancer”, in altre parole la modernizzazione dei Mig-21 che la Forza Aerea Romena aveva in carico fin dai primi anni ’60.

Nel 1993 il programma è stato definitivamente affidato alla “Rumena Aerostar SA”, che in collaborazione con l’israeliana Elbit avrebbe dovuto aggiornare entro il 2003 un totale di centodieci Mig-21 così suddivisi:

  • 73 Lancer A, versione da attacco al suolo, su base Mig-21 MF
  • 23 Lancer C, versione da difesa aerea, su base Mig-21 MF
  • 14 Lancer B, versione da addestramento, su base Mig-21 UM

Oltre ad alcuni interventi esterni (tra cui possiamo notare i chaff/flare dispenser nella parte posteriore della fusoliera, una carenatura aggiuntiva per i cablaggi della nuova elettronica in corrispondenza del raccordo ala destra/fusoliera e l’aggiunta di numerose antenne), le differenze sostanziali riguardano il cockpit che, in funzione dell’avionica completamente aggiornata, è diventato molto più simile agli standard che siamo abituati a trovare negli aerei NATO.

I Lancer, inoltre, hanno acquisito la possibilità di impiegare armamenti occidentali mantenendo comunque invariata la possibilità di essere dotato degli ordigni sovietici standard.

Tra i nuovi carichi di caduta e missili aria/aria figurano Python 3, Magic 2, bombe Mk.82 e Mk.83 oltre ai classicissimi R73, K13 o alle bombe FAB; Rimane possibile l’utilizzo delle razziere, specialmente sui Lancer A. L’introduzione di un casco con display e tracking integrati completa l’evoluzione del jet, che dagli anni ’60 rimarrà in servizio probabilmente fino e oltre agli anni ’20 del 2000.

Mig21 Lancer C con POD Litening, fonte https://theaviationist.com

La conversione:

 

Il set ideato dalla LCaerodesign è concepito per essere montato sui kit Eduard del Mig-21 MF e comprende in totale quattordici parti in resina gialla, ventuno elementi in fotoincisione, un foglio decal, un foglietto in acetato per gli strumenti (fornito in doppia copia) e un altro foglio trasparente per l’HUD (cui ne è fornito un altro di backup, per sicurezza). Oltre alla già ricca dotazione, nella confezione troverete delle mascherine pretagliate e, ovviamente, le istruzioni a colori.

I pezzi che compongono il cockpit sono privi di difetti, ottimamente stampati e frutto evidente di una buona progettazione 3D. La qualità di stampa è ottima, e i dettagli perfettamente nitidi.

Pannelli laterali della vasca.

 

Parte posteriore della vasca, in questo caso la qualità è paragonabile ai set Brassin.

 

Parte inferiore della vasca.

 

Pannello strumenti: anche in questo caso l’accuratezza dei particolari è ragguardevole e i quadranti sono ottimamente riprodotti in positivo.

 

Parte superiore del pannello frontale.

 I dettagli dei chaff/flare dispensers sono molto puliti e con le singole cartucce ben visibili.

Altri pezzi in resina vanno a ricreare la carenatura a destra della fusoliera e le varie antenne aggiuntive.

 

Le fotoincisioni sono di buona fattura e non hanno niente da invidiare a quelle normalmente commercializzate dai produttori più rinomati. La lastra comprende i supporti dell’HUD, una griglia di sfogo del comparto avionico, alcuni pannelli e le varie antenne aggiuntive.

 

Passiamo ora al foglio decal che, spesso, è la nota dolente di questi set semi-artigianali Fortunatamente, non è questo il caso!

La definizione delle insegne è decisamente buona e il supporto è di fatto invisibile tanto da far pensare, a una prima analisi, a delle decalcomanie stampate su film unico.

 

Il foglio decal comprende le matricole e gli stemmi per realizzare due esemplari della RoAF.

 Il film delle decal è visibile solo in controluce, in questa foto si nota attorno ai numeri.

Altra ottima scelta è stata quella di fornire le mascherine pre-tagliate relative ai numeri e alle coccarde lasciando, così, al modellista la possibilità di scegliere tra le decalcomanie o la verniciatura delle stesse.

Prezzo:

Il set è acquistabile direttamente dal produttore al prezzo di 25€. QUI il link al sito.

Conclusioni:

Il valore del set che vi ho appena presentato è innegabile, com’è innegabile l’attenzione e la cura che la LCaerodesign ha impiegato nell’ideazione di quest’articolo. Indubbiamente il punto forte della conversione è che essa sia prodotta da un addetto ai lavori che con i Lancer ha avuto a che fare per anni. Il punto debole della conversione è la completa assenza degli stencil di manutenzione che sui Mig-21 sottoposti a update sono tutti nella lingua del paese utilizzatore. Altro piccolo appunto che possiamo fare riguarda le piastre di rinforzo che tutti gli esemplari romeni presentano sulle superfici superiori delle tip alari: esse hanno una forma abbastanza particolare e ai modellisti non sarebbe dispiaciuto trovarle già tagliate (in alluminio adesivo o vinile) all’interno della confezione.

Speriamo che i nostri suggerimenti stuzzichino l’attenzione dei produttori che, magari, decideranno di mettere in produzione anche un set di conversione per i Lancer A!

Per finire un ringraziamento particolare va al creatore del set, che dopo l’acquisto ha sopportato ogni sorta di domanda riguardante questo, per me, fantastico aereo!

IM000343.JPG

Vi lascio con qualche foto prelevate da un DVD, in vendita sul sito della LCaerodesign, contenente circa 900 immagini esclusive… praticamente un walkaround completo e ricchissimo!

 

Buon modellismo a tutti! Andrea “Manto87” Mantovani.

 

Rispondi