Cabina di pittura

In questo forum sono riuniti tutti gli argomenti relativi all'uso, mantenimento e tecnica con l'aerografo.

Moderatori: FreestyleAurelio, zipper

Re: Cabina di pittura

Messaggioda johnnycere » 18 aprile 2013, 6:14

marturangel ha scritto:...Ammappate quanto costa sto potenziometro...l


Infatti in rapporto costa un casino! Ho cercato anke a Sassuolo, che di elettromeccaniche ce ne sono moltissime, e anke quelle solo per partite iva hanno questi prezzi. Non ho controllato i centri tipo Obi/Leroymerlin/eccecc xkè è un particolare sul quale è meglio non risparmiare secondo me, visto che io lo lascio sempre sotto tensione.

Ciao
Greco
Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine

Immagine
Propositi fine 2014: terminare i modelli che ho iniziato (4), partecipare al mio primo gb, continuare l'armatura di IronMan III da cosplay
Avatar utente
johnnycere
Supreme User
Supreme User
 
Messaggi: 569
Images: 48
Iscritto il: 24 marzo 2011, 19:09
Località: modena
Che Genere di Modellista?: Modellista principiante armato e curioso
Aerografo: si
colori preferiti: Alclad
scratch builder: si
Nome: Greco

Re: Cabina di pittura

Messaggioda Enrywar67 » 18 aprile 2013, 9:05

........chiedo scusa....ma qual'è la funzione del potenziometro?In effetti non è un potenziometro ma un Reostato difatti non permette un risparmio di corrente perche' varia la velocita' del motore scaricando parte della corrente su una resistenza.....a questo punto per variare la portata dell'aspirazione basta parzializzare la presa d'aria geometrica dell'aspirazione.Ovvero basta diminuire la sezione di passaggio dell'aria all'interno della cabina ,cosa facilmente fattibile con un semplice pannello che va' a chiudere una parte dell'aspirazione........o no?ciao Enrico. ;)
P.S.....allo stesso modo si potrebbero applicare dei tratti di condotto divergente all'uscita dello scarico:piu' la sezione di scarico è grande piu' la velocita' del fluido è bassa(equazione di bernoulli:in un condotto: Pressione X Velocita'=K) e quindi essendo la portata del condotto pari a P=Sezione (metri quadrati) X Velocita'(metri/secondi) si otterrebbe una diminuzione di Portata del sistema......Almeno questo è quello che ricordo dai studi di aerotecnica fatti eoni or sono.....magari qualche prova empirica ed economica con la semplice variazione (in aumento ovviamente) della sezione del tubo di scarico(adattando ad esempio un imbuto o qualcosa di simile) potrebbe funzionare.Magari Aurelio ci potrebbe aiutare...Aureliooooooo!!!Ndo' stai?????? :-prrrr
............Frangar non flectar.......
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
Enrywar67
Ancient User
Ancient User
 
Messaggi: 5752
Iscritto il: 6 giugno 2012, 21:28
Località: Roma
Che Genere di Modellista?: Amante delle mimetiche spinte,scelgo i soggetti in funzione della camo........
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Gunze,,Italeri,Alclad
scratch builder: si
Club/Associazione: ACM Modeling Time
Nome: Enrico

Re: Cabina di pittura

Messaggioda FreestyleAurelio » 18 aprile 2013, 10:37

Eccomi, eccomi :-D
Giusto quel che dice Enrico, matematicamente oltre Bernoulli per questo concetto conviene considerare anche l'equazione di un flusso quasi-unidimensionale isoentropico.
A questo punto se si potessero avere i dati della pressione statica e di ristagno in determinate sezioni del condotto e magari anche la scabrosità dello stesso, si potrebbe pensare di progettare un Ugello De Laval (sviluppato nel XIX secolo dall'ingegnere svedese Gustaf de Laval) riuscendo a calcolare la sezione critica di saturazione ed avere maggiore aspirazione con il minimo dispendio energetico.
Immagine
L'ugello è disegnato in modo tale per cui, in corrispondenza della sezione minore (gola), il fluido raggiunga condizioni di saturazione (ovvero raggiunga Mach = 1).Passata la gola, il flusso sonico attraversa sezioni che vanno allargandosi (parte divergente dell'ugello) e quindi comincia ad espandersi e ad aumentare la velocità fino a raggiungere un regime supersonici.
La condizione di saturazione nella gola dell'ugello si avrà solamente se la portata e la pressione del fluido a monte sono edeguate al dimensionamento di tutto l'apparato, altrimenti il fluido rimarrà subsonico e l'ugello si comporterà come un tubo Venturi.
Come si nota dal grafico sopra, oltre al condotto si possono apprezzare gli andamenti asintotici delle grandezze fisiche coinvolte durante l'attraversamento del condotto de Laval:

p= pressione
v= velocità
t= temperatura

Da notare la caduta di pressione unita al passaggio della velocità da un regime subsonico a supersonico, tra ingresso ed uscita del condotto.


Fonti:
Fluidodinamica, 1-371, Liguori, Napoli (2004)
Elementi di Gasdinamica, 1-475, Liguori, Napoli (2009)
Immagine
ImmagineImmagineImmagineImmagine
IWATA...Nothing else for successful goals!

<<L'uomo è la misura di tutte le cose, di quelle che sono in quanto sono e di quelle che non sono in quanto non sono.>>
[Πρωταγόρας - Protagora 486-411 a.C.]
Avatar utente
FreestyleAurelio
Padawan
Padawan
 
Messaggi: 4074
Images: 1213
Iscritto il: 21 luglio 2011, 22:55
Località: Provincia di Caserta
Che Genere di Modellista?: Modellista Aeronautico
Studente Ingegneria Aerospaziale - Federico II - Naples
Dottore in Incazzologia applicata con specializzazione in nullafacenza numerica.
Allevatore di ragnetti ammaestrati.
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Alclad,Gunze,Vallejo
scratch builder: si
Club/Associazione: www.modelingtime.com
Nome: I'm Aurelio!

Re: Cabina di pittura

Messaggioda Enrywar67 » 18 aprile 2013, 11:04

....si' ma dovresti spiegarcelo in maniera semplificata......cosi' ci fai incrociare gli occhi!!!viva l'Ingegnere!!!ciao E :-prrrr nrico.
............Frangar non flectar.......
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
Enrywar67
Ancient User
Ancient User
 
Messaggi: 5752
Iscritto il: 6 giugno 2012, 21:28
Località: Roma
Che Genere di Modellista?: Amante delle mimetiche spinte,scelgo i soggetti in funzione della camo........
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Gunze,,Italeri,Alclad
scratch builder: si
Club/Associazione: ACM Modeling Time
Nome: Enrico

Re: Cabina di pittura

Messaggioda johnnycere » 18 aprile 2013, 11:25

Enrywar67 ha scritto:....a questo punto per variare la portata dell'aspirazione basta parzializzare la presa d'aria geometrica dell'aspirazione....


Ok, ma per fare questo devi montare un tubo tra la cabina e la ventola, creare sul tubo un foro abbastanza grande da annullare la forza aspirante (o quantomeno ridurla molto) senza indebolire il tubo, cercare e trovare un tubo nel quale nel quale quello forato vada a inserirsi per chiudere o parzializzare detto foro e quindi limitare la portata d'aspirazione.

Il tutto comporta 4 giri in macchina, un paio d'occhi su internet, due ore di madonne toscane, 4 chili di rivetti e viteria assortita per montare, dieci giri dall'appartamento al garage, poi magari fa rumore o ti aspira un pezzettino che avevi appoggiato di fianco... Tutto questo per risparmiare 20 euro...

Senza nulla togliere a nessuno, boh.. io anke no

Greco
Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine

Immagine
Propositi fine 2014: terminare i modelli che ho iniziato (4), partecipare al mio primo gb, continuare l'armatura di IronMan III da cosplay
Avatar utente
johnnycere
Supreme User
Supreme User
 
Messaggi: 569
Images: 48
Iscritto il: 24 marzo 2011, 19:09
Località: modena
Che Genere di Modellista?: Modellista principiante armato e curioso
Aerografo: si
colori preferiti: Alclad
scratch builder: si
Nome: Greco

Re: Cabina di pittura

Messaggioda FreestyleAurelio » 18 aprile 2013, 11:37

Greco se ti rifai al disegno di Enrico nella prima pagina, la cosa è fattibile senza perdite in aspirazione ma credo che tu abbia già trovato la soluzione che più si conforma alle esigenze. Io magari sposterei solo le luci negli angoli in alto per evitare accecamenti ;)
Enrywar67 ha scritto:....si' ma dovresti spiegarcelo in maniera semplificata......cosi' ci fai incrociare gli occhi!!!viva l'Ingegnere!!!ciao E :-prrrr nrico.

Offtopic :
Prendete una camera d'aria, gonfiate sino a 1 atm e togliete la valvolina di ritegno. Dovendo il fluido in pressione attraversare nel suo cammino delle sezioni via via più piccole e dovendo mantenere costante la portata massica per via di certe leggi fisiche, aumenterà la sua velocità e diminuirà la pressione sino alla massima saturazione possibile. All'esterno della valvolina il flusso espanderà divenendo supersonico con generazione di onde di mach, shockwave, non visibili ad occhio nudo ma ben riconoscibili in alcuni casi.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Queste shockwave nascono dal fatto che la pressione in uscita è più bassa di quella atmosferica e l'equilibrio è ristabilito attraverso queste onde di mach a diamante o toroidali che si propagano sino all'esterno.

Ritonando a noi, la grande caduta di pressione generata da questo ugello crea una depressione maggiore. Depressione = suizione.
Un fenomeno simile, ma più contenuto, lo mettiamo in atto ogni volta che azioniamo le nostre aeropenne tramite il venturi presente nel puntale. ;)
Immagine
ImmagineImmagineImmagineImmagine
IWATA...Nothing else for successful goals!

<<L'uomo è la misura di tutte le cose, di quelle che sono in quanto sono e di quelle che non sono in quanto non sono.>>
[Πρωταγόρας - Protagora 486-411 a.C.]
Avatar utente
FreestyleAurelio
Padawan
Padawan
 
Messaggi: 4074
Images: 1213
Iscritto il: 21 luglio 2011, 22:55
Località: Provincia di Caserta
Che Genere di Modellista?: Modellista Aeronautico
Studente Ingegneria Aerospaziale - Federico II - Naples
Dottore in Incazzologia applicata con specializzazione in nullafacenza numerica.
Allevatore di ragnetti ammaestrati.
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Alclad,Gunze,Vallejo
scratch builder: si
Club/Associazione: www.modelingtime.com
Nome: I'm Aurelio!

Re: Cabina di pittura

Messaggioda Enrywar67 » 18 aprile 2013, 12:29

Aurelio........se lei fosse donna!!!!!!!!!!!!!!!!!AHAHAHAHAHAH!! :-Figo
@Greco....basta applicare all'estremita' del tubo di scarico un condotto divergente ,magari un grosso imbuto....comunque la mia era solo un'idea per utilizzare quello che si ha magari gia' in casa......certo che se dovessi acquistare ventola-motore piu' il potenziometro-reostato....forse mi converrebbe acquistarla gia' fatta.....In ogni modo chi si inventa gli arcani e se li autocostruisce riscuote SEMPRE la mia stima!Ciao Enrico.
............Frangar non flectar.......
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
Enrywar67
Ancient User
Ancient User
 
Messaggi: 5752
Iscritto il: 6 giugno 2012, 21:28
Località: Roma
Che Genere di Modellista?: Amante delle mimetiche spinte,scelgo i soggetti in funzione della camo........
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Gunze,,Italeri,Alclad
scratch builder: si
Club/Associazione: ACM Modeling Time
Nome: Enrico

Re: Cabina di pittura

Messaggioda johnnycere » 18 aprile 2013, 14:31

FreestyleAurelio ha scritto:... Io magari sposterei solo le luci negli angoli in alto per evitare accecamenti ;) ...


C'è di bello che sono due neon da 8w, molto deboli e con una riposante luce calda. L'unico dubbio che sia la luce corretta per verniciare, ma per adesso mi accontento. Appena comincio la colorazione del Rafale, mi faccio vivo per la giusta gradazione dei neon.

Greco
Immagine Immagine Immagine Immagine
Immagine

Immagine
Propositi fine 2014: terminare i modelli che ho iniziato (4), partecipare al mio primo gb, continuare l'armatura di IronMan III da cosplay
Avatar utente
johnnycere
Supreme User
Supreme User
 
Messaggi: 569
Images: 48
Iscritto il: 24 marzo 2011, 19:09
Località: modena
Che Genere di Modellista?: Modellista principiante armato e curioso
Aerografo: si
colori preferiti: Alclad
scratch builder: si
Nome: Greco

Re: Cabina di pittura

Messaggioda Enrywar67 » 18 aprile 2013, 14:41

Ciao Greco...ottimale luce 4000-4500°K.....Enrico. ;)
............Frangar non flectar.......
ImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagineImmagineImmagineImmagine
ImmagineImmagine
Avatar utente
Enrywar67
Ancient User
Ancient User
 
Messaggi: 5752
Iscritto il: 6 giugno 2012, 21:28
Località: Roma
Che Genere di Modellista?: Amante delle mimetiche spinte,scelgo i soggetti in funzione della camo........
Aerografo: si
colori preferiti: Tamiya,Gunze,,Italeri,Alclad
scratch builder: si
Club/Associazione: ACM Modeling Time
Nome: Enrico

Re: Cabina di pittura

Messaggioda marturangel » 23 ottobre 2013, 22:44

Ciao Ragazzi, come ho già accennato in un altro post, per intenderci quello di geometrino, finalmente ho terminato la cabina di verniciatura, su progetto di Aureliofreestyle.
Il materiale utilizzato è il legno, multistrato da 10mm per l'esattezza, ventola aspirazione dei fumi di una caldaia, plastica adesiva di colore bianco lucido, rotolo adesivo para spifferi, quello per le finestre,tre listelli tagliati a 32,5° 37,5° e 16,5°(poi vi spiegherò a cosa servono),viti e colla vinilica.
Costo del materiale, esclusa la ventola reperita gratis ma con nn poca difficoltà, 30€,infine tanta pazienza :-D :-D
Basta col tediarvi ecco le foto:
DSCI1059.JPG
DSCI1060.JPG
DSCI1061.JPG
DSCI1107.JPG
DSCI1076.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
marturangel
Knight User
Knight User
 
Messaggi: 773
Iscritto il: 22 agosto 2009, 11:03
Località: Taranto
Che Genere di Modellista?: modellismo aereo 1/72 1/48
Aerografo: si
colori preferiti: gunze tamiya
scratch builder: no
Nome: Angelo

PrecedenteProssimo

Torna a Aerografo & Compressore

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti