Top Gun Scooter – A-4 E dal kit Fujimi in scala 1/72.

1
611

Immagine 038

L’A-4 Fujimi in 1/72 è ancora il miglior Skyhawk in questa scala e si fa perdonare il surplus di lavoro che richiede la difficile stuccatura della giunzione tra la parte anteriore e quella posteriore della fusoliera. Difficoltoso anche il fissaggio del cockpit a cui ho aggiunto solo delle cinghie fotoincise al seggiolino.

Immagine 040

Il modello è pronto per la colorazione, in foto si notano due delle poche modifiche al kit, il pannello rotondo sul muso costruito in plasticard e la sonda per il rifornimento in volo in filo di ferro.

1

Di solito scelgo soggetti che mi permettono di sperimentare nuove tecniche di colorazione ed in questo caso mi sono concentrato sul weathering strizzando l’occhio a quel concetto caro ai figurinisti che prende il nome di “ Luce Zenitale “, ovvero la caratteristica dell’occhio umano di percepire un colore più o meno chiaro a seconda se l’oggetto che guarda sia più o meno illuminato o se preferiamo più o meno in ombra.
Ho deciso così di schiarire solo le superfici superiori ed in particolar modo le zone più esposte ed i pannelli.Si parte con il marrone chiaro Gunze H27 e H313.

2

Dopo aver mascherato con il Patafix è la volta del marrone scuro H72 e lo stesso schiarito con il bianco.

3

4

5

In questa foto si nota la differenza tra la parte inferiore e quella superiore.

6

Le decal sono un’altro punto debole del kit, sono spesse, fuori registro e sovradimensionate, con un po di taglio e cuci il risultato è accettabile.
In foto il modello “glassato” alla Future e “decalizzato” è pronto a ricevere i lavaggi.

7

Per i lavaggi ho utilizzato due prodotti della MIG, il Neutral Wash sopra e il Dark Wash sotto.

8

Per enfatizzare le superfici mobili ho prima mascherato d’avanti al loro bordo d’attacco e poi ho spruzzato a bassa pressione una miscela diluitissima di Smoke Tamiya con una punta di nero.
Dato che il colore va spruzzato sul bordo del nastro bisogna stare attenti a non esagerare. Con il nastro in posizione sembra che nulla sia cambiato sulle superfici da trattare.

9

Ma una vota tolte le mascherature ecco il risultato.

10

11

A questo punto ho mescolato i due Wash ed ho sporcato la totalità dei pannelli di ispezione e le zone più soggette all’usura , bastoncini cotonati, microbrush e pennellino vanno utilizzati sia per depositare il pigmento che per toglierlo e sfumarlo una volta asciutto, il segreto per far risaltare questo lavoro è quello di pulire l’interno dei pannelli lasciando sporca solo la parte esterna.

12

Gli A-4 hanno uno sfiato sul lato destro della fusoliera da cui fuoriesce un fluido che sporca quella zona con un alone caratteristico, per riprodurlo ho utilizzato i colori ad olio giallo scuro e marrone tirati con un pennellino piatto.

13

Un’altra zona da sporcare è quella da cui si accede al cockpit, in questo caso ho usato il pigmento nero Tamiya ottimo anche per le colature nella parte inferiore. Il pregio di questi pigmenti è che sono più grassi di quelli classici e quindi si fissano bene anche su superfici lucide.

14

15

Per fissare ed omogeneizzare il tutto ho spruzzato una mano di trasparente opaco Vallejo sotto e sulle zone in ombra e satinato su tutto il resto.

16

Ho tolto la mascheratura dal canopy e mi sono accorto di aver dimenticato il frame centrale!! Ho mascherato di nuovo e ho corretto.

17

Ho modificato il pilone centrale con del plasticard per poter ospitare il lanciatore ed il POD ACMI unici after market di provenienza Hasegawa.

18

Alla fine ho montato lo scarico, i carrelli, il gancio di appontaggio e il tubo di pitot realizzati con degli aghi, le strisce “Remove Before Flight” sono decal fissate su una lamina di piombo.

Immagine 001

Immagine 003

Immagine 015

Immagine 009

Immagine 023

Immagine 017

Immagine 026

Immagine 031

Immagine 034

Immagine 035

Immagine 052

Immagine 043

Immagine 050b_cr

1 COMMENTO

  1. Ciao, complimenti. Un bel lavoro ed un ottimo risultato. Sono Sergio (Oldboy) e, dopo più di 20 anni di inattività, sto scaldando il motore per tornare on the road. Ho otto kits Fujimi dello Scooter in varie versioni + un TA-4J Hasegawa (per caso si capisce che è uno dei miei velivoli preferiti?) per cui alcune tue dritte mi saranno utili ma ho una domanda da farti: come hai realizzato, ma sopratutto verniciato, il gancio d’arresto? E’ una decal? Se è verniciato, come hai delimitato perfettamente il bianco dal nero? Grazie.

Rispondi