Kit Review: Trumpeter F-106A Delta Dart in scala 1/48.

0
2101

Nel panorama modellistico delle novità del 2014, la Cinese “Trumpeter” ci ha regalato la possibilità di costruire un altro bel modello a carattere aeronautico. Si tratta della riproduzione in scala 1:48 del caccia intercettore Americano F-106 Delta Dart, nella versione monoposto. Diamogli uno sguardo più da vicino.

Box Art

La box art è molto gradevole e le dimensioni sono abbondanti come è giusto che siano per un kit in questa scala, quindi fate attenzione perchè difficilmente passerà inosservata agli occhi delle vostre consorti/compagne

 




 

The Kit

Non avendo disegni in scala non posso fare un raffronto con questi e il kit, ma esprimere solo un giudizio da First Look.

Ecco le stampate principali:

 

 

Come si nota dalle stampate, la fusoliera è divisa per l’intera lunghezza in due valve mentre le ali sono rappresentate con una scomposizione abbastanza intuitiva e logica. Gli ingombri, una volta montate le parti principali, sono considerevoli. Il radome è separato così come pure la deriva.

 

 

 

In alcuni punti si nota una leggera rugosità superficiale a cui purtroppo da tempo ci ha abituati la ditta cinese ma nulla di insormontabile che l’abrasiva e la pazienza non possano risolvere; stavolta non ci sono le migliaia di rivetti ma se ne contano pochi e nei punti giusti.

Tutte le superfici mobili possono essere staticamente movimentate (scusate l’ossimoro) perchè già predisposte ad accogliere sia la posizione neutra che non.


Le pannellature sono ben definite ed hanno la giusta finezza per questa scala anche se in pochissimi punti sembrano essere meno profonde, richiedendo l’intervento dell’incisore.

 

Le prese d’aria rispetto l’esemplare reale presentano, purtroppo, una dicreapnza nella forma del labbro esterno rispetto al prototipo e, da come si vede, qualche intervento di limatura è necessario. La scomposizione di queste fortunatamente coincide al 90% con quelle più corrette dell’ F-106 presenti nel kit Monogram. L’idea di un cross tra le due coppie di parti è più che fattibile nell’attesa, speriamo quanto prima, di un aftermarket correttivo per questa zona.

Il condotto di queste termina con una brutta chiusura a muro in fusoliera che richiederà, per chi ne avrà voglia, l’asportazione e la ricostruzione di parte del condotto.

 

 

 

La Trumpeter non ha previsto parti in plastica per questo importante dettaglio che avrebbe impreziosito sia il dettaglio che la scomposizione. A mio avviso queste lacune denotano una progettazione e uno studio del kit molto marginale e poco approfondito sotto alcuni aspetti.

 

La qualità è nel solito stile della Trumpeter, molti particolari ben trattati e curati mentre altri, purtroppo, tirati un pò via: ruote anteriori, seggiolino, prese d’aria, griglie di sfogo e d’areazione, pitot.

 

 

 

 

 

 


Meritano, invece, di esser menzionati la vasca del cockpit e il pannello strumenti che hanno un bel dettaglio, così come pure tutta la zona dell’exaust e dei portelloni. Belli sono anche gli interni dei wheel bays e della stiva. A proposito di questa, essa è rappresentabile sia aperta che chiusa con pezzi appositamente dedicati.


 

Questa forse sarebbe stata meglio stamparla insieme al canopy trasparente; sicuramente avrebbe facilitato al vita al modellista durante il montaggio.

 

 




Separatamente da questa anche l’aerofreno caudale ha un bel dettaglio e nulla ci impedirà di scegliere se lasciarlo aperto o chiuso.


Lodevole il fatto di aver posto i segni di estrattori lontano da zone dettagliate e visibili; eccone un esempio:

Meno agevole e premiante è la scelta di dover montare prematuramente il carrello anteriore ancorandolo al suo pozzetto prima dell’ìnserimento in fusoliera; scelta operata sicuramente per ragioni di maggior realismo anche se complicherà non poco le successive fasi di montaggio e verniciatura.

Clear parts and extras

Belle, lucide e limpide sono le parti trasparenti. Queste sono composte da due stampate contenenti i due vetri principali avvolti dalla gommapiuma, mentre le parabole dei fari e gli altri pezzi sono lasciati liberi.


Le due parti principali che compongono la vetratura, permettono di rappresentare l’aereo con il cockpit aperto, aumentando il dettaglio grazie ai particolari stampati nel sottoscocca in plastica. La stampata “G”, presente nel kit Trumpeter, contiene il canopy nella versione late (quella più bombata) mentre manca quella early (più spigolosa). Questa scelta mi fa ben sperare in una futura release contenente anche questa versione iniziale del Delta Dart.

 

 

Il classico foglietto di fotoincisioni incluso nella scatola servirà a rappresentare cinture, specchietti e piccoli particolari.

 

Colors & Markings

Le istruzioni presenti nel kit, ben dettagliate e comprensibili, sono corredate da un foglio lucido e stampato a colori, raffigurante sia le indicazioni sul posizionamento degli stencils che quelle sulla colorazione degli esemplari proposti nella scatola.

 

Sono presenti in questo foglio gli stencils di reparto oltre quelli di servizio utili a rappresentare un solo esemplare a scelta tra i due disponibili.

Le decals che ho trovato nella mia scatola si erano attaccate alla pellicola protettiva, asportando parte della lucidità.

I colori sono molto vivaci e saturi, tutti a registro. Lo spessore di questi lo reputo buono anche se le decals di questa ditta tendono ad essere sempre rigide una volta posate sul modello.

 

 

 

Ad ogni modo permettono di rappresentare due velivoli per nulla anonimi in carico all’ US. Air Force nella classica colorazione dell’epoca in ADC grey:

F-106A, 59-0044, 117Th. TFW “Jersey Devils”, New Jersey Air National Guard


https://i0.wp.com/fc03.deviantart.net/fs51/i/2009/338/5/5/Jersey_Devil_Six_by_F16CrewChief.jpg?resize=592%2C368

 Immagine inserita a scopo illustrativo - Fonte deviantart.net - Tutti i diritti del legittimo proprietario

https://i0.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/35/F-106As_New_Jersey_ANG_in_flight_1984.JPEG?resize=592%2C396

 Immagine inserita a scopo illustrativo - Fonte wikipedia.com - Tutti i diritti del legittimo proprietario

F-106A, 59-0060/04, 125Th. FW , Florida Air National Guard


https://i1.wp.com/rickmorganbooks.com/uploads/3/1/8/9/3189414/5822541.jpg?resize=592%2C319

 Immagine inserita a scopo illustrativo - Fonte rickmorganbooks.com - Tutti i diritti del legittimo proprietario

https://i2.wp.com/upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/37/Convair_F-106A_Delta_Dart_2.jpg?resize=592%2C444

 Immagine inserita a scopo illustrativo - Fonte wikipedia.com - Tutti i diritti del legittimo proprietario

Armaments

Ci sono due stampate identiche per i carichi alari edi stiva che comprendono i serbatoi supplementari di carburante, e gli armamenti tipici di questo intercettore: 2 razzi non guidati aria-aria a testata nucleare Air-2 Genie ben rappresentati, anche se l’F-106 poteva trasportarne solo uno, e ben 6 Hughes AIM-4 a scelta tra la variante F/G e D ovvero GAR-3A/4A e GAR-2B.




Books references

Per chi volesse documentarsi a fondo, ecco un elenco di libri consigliati non solo di carattere modellistico.

ANGELS THREE SIX, Confessions, Cold War Fighter Pilot by Chuck Lehman, Col, USAF [Ret] (2006 )
Boneyard Almanac, Kindle Edition eBook (1st Edition) by Del Laughery (2013)
Century Jets: USAF Frontline Fighters of the Cold War by David Donald
Century Series Fighters: F100 Super Sabre – F106 Delta Dart by Peter R. Foster
Century Series in Color Fighting Colors series (6501) by Lou Drendel
Color & Markings of the F-106 Delta Dart, Vol. 1 by Bert Kinzey
Convair Deltas From Seadart to Hustler by Bill Yenne
Convair F-106 Delta Dar Aero Series 27 by William G. Holder
F-106 Delta Dart in Detail and Scale by Bert Kinzey
F-106 Delta Dart in Action Aircraft No. Fifteen by Don Carson & Lou Drendel
Fighter Interceptors: America’s Cold War Defenders by Rene J. Francillon, Peter B. Lewis, Jim Dunn
Interceptor Magazine 20th Anniversary Issue 1959-1979 by Interceptor Magazine
Ladies in Waiting Pictorial Review of Davis Monthan AFB by Scott Wonderly & Richard Dunham
Life In The Wild Blue Yonder: Jet Fighter pilot stories from the Cold War by John Lowery
ROGUE 6 Exploits of fighter pilot Rusty Markum… by Chuck Lehman, Col, USAF [Ret]
Scarecrow Season F-106, America’s Cold War Air Defense Against a Russian Attack by Jack Verneski
Supersonic Eagles The Century Series Fighters by W. D. Becker
The Century Series The USAF Quest for Air Supremacy 1950-1960 by Ted Spitzmiller
The Spirit of Attack: Fighter Pilot Stories by Bruce Gordon
U.S. Air Force Interceptors Military Photo Logbook 1946-1979 by Marty Isham & David McLaren
USAF Fighter Interceptor Squadrons FIS’s who defended American air-space by Peter R. Foster
Wings of Fame Vol #12 by David Donald

 

Afterword

Un bel kit che purtroppo non è esente da errori, alcuni grossolani di forme sulle prese d’aria. I dettagli principali sono una buona base di partenza rispetto al Monogram e c’è un’equilibrata ricchezza superficiale. Il kit si monta, ad una lettura delle istruzioni, molto facilmente avendo una scomposizione dei pezzi molto intuitiva nonostante le 190 parti. Le dimensioni sono importanti una volta montato ma nella norma se paragonate ai moderni jet di pari scala; qui si avranno 449 mm di lunghezza per 243 mm di apertura alare. La possibilità di lasciare la stiva aperta o chiusa, di movimentare le superfici mobili e di poter particolarizzare la costruzione del proprio kit, rendono stimolante l’assemblaggio.
C’è ampio spazio di miglioramenti sia a chi vorrà cimentarsi nello scratch che per le ditte di aftermarker che spaziano dalla resina alla creazione di fogli decals. A tal riguardo la Caracal ha appena stampato dei nuovi fogli proprio per l’F-106 ma pensate per il kit Monogram; credo non ci saranno problemi di adattamento anche sul Trumpeter.
Chi si ritrova già adesso nel proprio cassetto gli accessori per lo stampo Monogram, potrebbe anche iniziare a pensare di aggiungere quel quid in più a questa scatola, nell’attesa che le attuali ditte propongano i loro prodotti per questa scatola.
Prezzo?
La mia scatola l’ho acquistata su ebay per poco meno di € 30, s.s. escluse.

 

Aurelio Laudiero ® FreestyleAurelio