Patch GB Made in Italy da mettere in firma, pronta! LEGGETE QUI!

Aperta la sezione dedicata al GB Made in Italy 2018! QUI!

Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Discussioni in libertà sul mondo del Navimodellismo.

Moderatore: Rosario

Rispondi
Avatar utente
Marco Sarcoli
Appena iscritto!
Messaggi: 7
Iscritto il: 1 novembre 2012, 11:28
Che Genere di Modellista?: Modellista Generico Particolarmente aerei US WWII e US Navy WWII e primi anni '50
Aerografo: si
colori preferiti: humbrol tamiya model master va
scratch builder: si
Nome: Corsair
Località: Mandello del Lario

Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Messaggio da Marco Sarcoli » 7 settembre 2013, 20:08

Ciao tutti,
sono un iscritto da poco e mi occupo di modellismo aereo.
Vorrei fare un'ambientazione di una portaerei USA della 2 guerra mondiale. Sono alla ricerca di foto ed informazioni sulla "logistica" del ponte come carelli porta bombe, porta siluri, porta razzi casse munizioni, carellini porta estintori; come venivano movimentati gli aerei.
Per quest'ultimo argomento so che per un certo periodo si usavano le jeep, poi dei trattorini, ma per il resto?
Ogni informazione e suggerimento è ben accetta.
Grazie a titti
Marco

matteo44
L'eletto
L'eletto
Messaggi: 10708
Iscritto il: 18 marzo 2011, 16:03
Aerografo: si
scratch builder: no

Re: Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Messaggio da matteo44 » 9 settembre 2013, 15:23

Ciao,
della tua domanda non ne so praticamente nulla...
però se ti può tornare utile... guarda qua

Avatar utente
Marco Sarcoli
Appena iscritto!
Messaggi: 7
Iscritto il: 1 novembre 2012, 11:28
Che Genere di Modellista?: Modellista Generico Particolarmente aerei US WWII e US Navy WWII e primi anni '50
Aerografo: si
colori preferiti: humbrol tamiya model master va
scratch builder: si
Nome: Corsair
Località: Mandello del Lario

Re: Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Messaggio da Marco Sarcoli » 9 settembre 2013, 19:00

Ti rinrazio molto per la dritta.
Conosco questo sito, ma da Luglio il forum sembra non funzionare più. Compare semore la scritta che è "down" per manutenzione.
Ho provato anche a scrivere, ma le email mi rimbalzano indietro.
Sui vari "In action" ho trovato delle foto di carrellini piccoli per la movimentazione delle bombe di piccolo "calibro" ma niente più.
Comunque grazie, spero che qualche altro appassionato abbia voglia di condividere.
Marco

WildBillKelso
Knight User
Knight User
Messaggi: 935
Iscritto il: 21 giugno 2012, 14:52
Che Genere di Modellista?: Aerei
Aerografo: no
colori preferiti: Bombolette del brico Lifecolor
scratch builder: no
Nome: Roberto
Località: Carmagnola (Torino)

Re: Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Messaggio da WildBillKelso » 24 settembre 2013, 12:24

Buongiorno

Moltissime “operazioni” venivano effettuate sottoponte: rifornimento di carburante, armamento, riparazioni... tenere sul ponte munizioni, bombe e carburante era assolutamente controproducente e soprattutto pericoloso! (provate a chiederlo ai meccanici nipponici, durante la battaglia di Midway, cosa successe quando i Dautless li sorpresero a montare siluri e bombe sul ponte della Akagi...)
Questo perchè in caso di improvviso attacco la nave sarebbe stata molto vulnerabile e in secondo luogo i meccanici potevano lavorare più tranquillamente al coperto.
In coperta, i velivoli, venivano “movimentati” molte volte a mano.
Esistevano trattorini e carrelli portabombe, i ponti, però, non avevano le dimensioni delle portaerei attuali e non venivano usati frequentemente.
Il ponte veniva tenuto sgombro il più possibile per facilitare appontaggi e decolli, le foto che ritraggono le portaerei affollate di velivoli sono normalmente riprese lontano dalle zone di operazione e dal rischio di attacchi o in porto/rada.
Insomma, era ancora piuttosto “analogica” la cosa... :mrgreen:

A parer mio, più che inserire in un diorama trattorini&c. meglio mettere un po' di marinai/meccanici che spingono l'aereo.

Salutoni
Roberto
Parliamo solo di plastica e il modellismo non è una scienza esatta.

Tutte le mattine mi allungo e tocco dieci volte la punta delle ciabatte. Poi mi alzo dal letto...

Tutte le foto, i disegni e i loghi riprodotti nei miei messaggi appartengono ai legittimi proprietari. Dette immagini sono citate a scopo informativo e/o didattico.

Avatar utente
Cox-One
Ancient User
Ancient User
Messaggi: 6317
Iscritto il: 5 giugno 2013, 17:14
Che Genere di Modellista?: Mezzi militari in genere senza disdegnare divagazioni
Aerografo: si
colori preferiti: humbrol
scratch builder: si
Club/Associazione: ACMMT
Nome: Vincenzo
Località: Castelfranco Veneto

Re: Logistica sulle portaerei US Navy WWII

Messaggio da Cox-One » 24 settembre 2013, 13:36

WildBillKelso ha scritto:Buongiorno

Moltissime “operazioni” venivano effettuate sottoponte: rifornimento di carburante, armamento, riparazioni... tenere sul ponte munizioni, bombe e carburante era assolutamente controproducente e soprattutto pericoloso! (provate a chiederlo ai meccanici nipponici, durante la battaglia di Midway, cosa successe quando i Dautless li sorpresero a montare siluri e bombe sul ponte della Akagi...)
Questo perchè in caso di improvviso attacco la nave sarebbe stata molto vulnerabile e in secondo luogo i meccanici potevano lavorare più tranquillamente al coperto.
In coperta, i velivoli, venivano “movimentati” molte volte a mano.
Esistevano trattorini e carrelli portabombe, i ponti, però, non avevano le dimensioni delle portaerei attuali e non venivano usati frequentemente.
Il ponte veniva tenuto sgombro il più possibile per facilitare appontaggi e decolli, le foto che ritraggono le portaerei affollate di velivoli sono normalmente riprese lontano dalle zone di operazione e dal rischio di attacchi o in porto/rada.
Insomma, era ancora piuttosto “analogica” la cosa... :mrgreen:

A parer mio, più che inserire in un diorama trattorini&c. meglio mettere un po' di marinai/meccanici che spingono l'aereo.

Salutoni
Roberto
Confermo quanto detto. Potevi trovare tanti aerei durante i momenti precedenti al lancio di ondate di attacco ..... altrimenti si teneva il ponte sgombro.
Se vedi bene i ponti non erano angolati e in caso di problemi di appontaggio non c'erano zone veramente sicure ...... quindi meglio non avere nulla e permettere all'aereo di scivolare via fuori bordo, piuttosto di avere lo schianto ....
Il mio modello più bello?
Sicuramente il prossimo!
Immagine Immagine
Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine Immagine

Rispondi

Torna a “Alto Mare (Lounge Room)”